Cerca
  • Elisabetta B.

CONTATTO la prima Beauty Green per capelli e corpo 

Il ROSSETTO ROSSO E LA SUA DONNA..... DESTINATI A STARE INSIEME L’alleato indiscusso del fascino femminile IL rossetto rosso simbolo della bellezza ,del fascino, della lotta e conquista del valore della donna da oltre 5.000 anni Protagonista indiscusso del make-up ,simbolo di fascino, sicurezza e strumento di seduzione per eccellenza ,il rossetto rosso ha attraversato i secoli con alterne fortune, fino agli esordi del Novecento ,quando il nascente movimento femminista ne fece il simbolo del potere delle donne che da allora trovarono in questo piccolo accessorio un fedele e democratico alleato ,capace di renderle tutte uguali ,al di là del ceto sociale , della posizione economica e della professione. Scorrono metaforicamente cinquemila anni di storia di uno degli accessori più amati e utilizzati dalle donne : il rossetto In particolare quello rosso ,strumento di seduzione femminile per eccellenza , diventato ad un certo punto ,a inizio del Novecento, manifesto di liberazione femminile a opera di una gran donna della cosmesi Elizabeth Arden ,così come un’impareggiabile Coco Chanel raccomandava : “Se siete tristi ,se avete un problema d’amore ,truccatevi mettetevi il rossetto rosso e attaccate!” Dalle origini al Novecento ,l’arte e la voglia di colorare di rosso le labbra si perdono nella notte dei tempi, tanto che alcuni reperti mostrano come già le donne babilonesi utilizzavano polveri ricavate da pietre preziose. A cinquemila anni fa risale invece la prima traccia di rossetto rosso; una scatoletta d’oro contenente un miscuglio di polvere rossa ,olio di sesamo ed essenza di rosa con pennellino annesso, appartenente alla principessa sumera Shuab-ad,nel 2800 a.c . Tra le famose della storia segue Cleopatra che utilizzava pigmenti di scarabei carmini ,mentre nella Roma imperiale il rossetto rosso era chiamato “purpurissimum”.Bandito ovviamente durante il medio evo e considerato simbolo di dissoluzione ,ricompare nel Cinquecento amato dalla regina Elisabetta d’Inghilterra e dalla sua corte ,ricavato da cera d’api e pigmenti vegetali .Da quel momento le labbra rosse conobbero un periodo di gloria e il rossetto rosso divenne un fedele alleato di bellezza in grado di modificare la forma delle labbra . Ma durò poco ,perché la restaurazione ottocentesca riportò ordine politico e rigore ,e così fino al Novecento , il secolo delle rivoluzioni ,che vide trasformazioni non solo politiche ,ma anche estetiche e all’immaginario grido di “vive la bouche” ,ecco iniziare la marcia trionfale del rossetto rosso. Ma dobbiamo ringraziare Elizabeth Arden se il rossetto rosso è divenuto accessorio indispensabile e irrinunciabile di bellezza ,oltre che di femminilità e forza seduttiva . Miss Arden,, riconobbe fin da subito l’importanza che poteva avere la bellezza e in particolare modo il make-up, come strumento di liberazione e innalzamento della femminilità e con every day lipstick consegnò alle suffragette un simbolo concreto di indipendenza e di lotta per la parità di genere , marciando con loro sulla Fifth Avenue e regalando alle compagne di lotta, davanti al suo negozio sulla stessa via , il celebre rossetto, ovviamente rosso fuoco. Fino a quando nel 1920 venne finalmente approvato negli Stati Uniti il diritto al voto e il rossetto rosso acquisì definitivamente lo status di simbolo della difesa dei diritti delle donne e del loro potere, a lungo negato e finalmente concesso .

19 visualizzazioni

© 2023 by The Health Spa.  Proudly created with Wix.com

  • YouTube Social  Icon
  • Instagram Social Icon
  • Facebook Social Icon